Home | Chi siamo | Dove siamo | Li alleviamo così | Cuccioli | Adulti | Link Amici | Contatti | Mappa del sito
Standard e Storia | Il tipo di cane corso che ci piace | Consigli su come crescerli
 

 

Oltre a descrivere come li cresciamo, vorremo anche illustrarvi il tipo di Cane Corso che preferiamo e selezioniamo. Infatti, tenendo ferme le indicazioni dello standard, è possibile evidenziare alcuni punti che ci piace rimarcare e alcune linee che ci interessano più di altre.

I requisiti minimi.

Secondo noi un buon cucciolo deve essere sano, tipico e di buon carattere. Questi sono i requisiti minimi al di sotto dei quali non c’è cane.

Il carattere

La selezione operata in base al carattere è una delle caratteristiche peculiari dei nostri cani. Questi infatti devono possedere una grande tempra per affrontare con successo gli incarichi di guardia e difesa che presumibilmente verranno affidati loro. Riteniamo che non ci sia Cane Corso se non c’è carattere; pertanto indirizziamo gran parte delle nostre energie per mantenerne alto il livello.

A tal fine giova particolarmente il sistema con cui li cresciamo, grazie al quale i cani adulti, esercitando quotidianamente il lavoro di guardia alle masserie, si mantengono forti e sani, e i giovani, crescendo a stretto contatto con gli adulti, temprano fin da subito carattere ed attitudini.

Aspetto e morfologia

Dal punto di vista morfologico selezioniamo:

A)    cani equilibrati e non eccessivi. La straordinaria capacità di lavoro del cane corso dipende proprio dalla mancanza di “eccessi”.

B)     cani con dentatura completa con chiusura dei denti a tenaglia, a forbice o al massimo a forbice rovesciata con appoggio degli incisivi, caratteristica che permette di mantenere la funzionalità e quel “famoso” rapporto di mono convergenza degli assi cranio-facciali, distintivo della razza. Riteniamo decisamente fuori luogo e antistorico la ricerca del prognatismo (il massimo dovrebbe essere un prognatismo di 0,5 cm ma nulla è specificato nello standard di razza). Il prognatismo non è una vera caratteristica del Corso che, selezionato e forgiato da lunghi e duri secoli di lavoro e non per le esposizioni, vive oggi un pericoloso imbastardimento con il Boxer.

C)    I colori del mantello sono tutti ben accetti e da noi convivono esemplari neri e fulvi. Quello che proprio non ci piace è il pelo raso. Il “Corso” deve avere il “pelo di vacca” per poter vivere all'esterno senza problemi.

Difetti fisici

Il problema principale della razza, per quanto riguarda l’aspetto fisico, è la displasia di anca e gomito. La presenza di displasia non solo diminuisce la qualità intrinseca di ogni soggetto di Cane Corso, ma nelle forme più gravi si trasforma in vero e proprio difetto invalidante.

Purtroppo la displasia può colpire anche cuccioli figli di genitori sani e poiché si manifesta solo in seguito è impossibile verificare fin da subito lo stato dei cuccioli. Tuttavia, l’accurata selezione operata in questi anni che ha escluso i soggetti malati dalla riproduzione, e un costante monitoraggio dei cuccioli, ci consentono di proporre sempre soggetti tipici ed in buona salute. È l’unica vera garanzia che si possa offrire ai clienti. Vi invitiamo a diffidare di altri sistemi.

Attualmente, nessuno dei cuccioli ceduti è risultato affetto da questo problema.